Spaccalegna manuale – Classifica con prezzi dei migliori modelli

Ad ottobre, al volgere dell’autunno, e con l’inverno che incombe, chi possiede un camino o una stufa a legna fa incetta di legna da ardere. Ora per crare la propria scorta esistono due modi: o la si acquista già tagliata in tocchi, pronti per essere bruciati, o la si acquista grezza, da tagliare in due o più parti.

La seconda soluzione è decisamente la più economica, ed anche la più utilizzata.
Tagliare la legna tuttavia non è operazione sempre semplice e poco faticosa, tutt’altro. Prendere dei pezzi di tronco o dei rami e tagliarli in tocchi richiede uno sforzo fisico non da poco.

In origine gli unici due attrezzi utilizzabili erano le seghe a mano per legno e l’ascia spaccalegna: utensili azionati dalla sola forza fisica umana, con un dispendio energetico rilevante. Successivamente, nel corso degli anni, lo studio dei principi della fisica e della meccanica, applicato alle moderne tecnologie, ha fatto si che sul mercato apparissero varie tipologie di spaccalegna ad uso domestico.

Funzionamento e Tipologie degli spaccalegna

Lo spaccalegna non è altro che un attrezzo dalle dimensioni contenute che sfrutta una fonte di energia impressa su un coltello o su una lama per tagliare un pezzo di legno.

Le varie tipologie di attrezzi presenti sul mercato si differenziano proprio sulla base della diversa modalità di azionamento del meccanismo di taglio.

Bestseller No. 1
WTOKL Spaccalegna Elettrico da 8 tonnellate, spaccalegna Orizzontale Idraulico con Motore da 2000...
  • Il potente motore da 2000 W offre potenti prestazioni per il taglio, rendendo il tuo compito di spaccare il legno più piacevole e risparmiando tempo.
Bestseller No. 3
BKWJ Spaccalegna in Acciaio Fuso, spaccalegna con Diametro 10,4, spaccalegna Manuale Portatile per...
  • Modo sicuro per fare legna da ardere: questo spaccalegna è il modo migliore per dividere senza sforzo la legna da ardere. Più veloce e più sicuro rispetto all'utilizzo di un'ascia pericolosa, di...
OffertaBestseller No. 4
AL-KO - Spaccalegna idraulico orizzontale - 1500 W, 230 V, 4 ton
  • Ideale per la preparazione della legna da ardere.
Bestseller No. 5
Spaccalegna Tronco da ardere per cemento armi da firewood tipo croce tipo di logore Log Splitter da...
  • Lo splitter per la legna da ardere è realizzato in ghisa con rivestimento in vernice nera, abrasione e non facile da deformare e rompere, in grado di sopportare carichi pesanti, in modo da poter...
Bestseller No. 6
Bestseller No. 7
Forest Master© - Smart Splitter Spaccalegna manuale tipo FMSS
  • Spaccalegna manuale con elevata forza di taglio e cuneo aggiuntivo. Lo spaccalegna si monta rapidamente su un tronco o un blocco di legno ed è pronto all'uso. Lo spaccalegna funziona meccanicamente...

Gli spaccalegna elettrici sono i più diffusi e venduti sul mercato, in quanto quelli che richiedono il minor sforzo fisico: azionati dall’energia elettrica, si differenziano in primis in base alla posizione del piano di taglio, che può essere orizzontale o verticale. Il principio di funzionamento è alquanto elementare: si posiziona il ceppo di legno tra il cuneo ed il piano di appoggio, e si aziona il motore.

Sulla base del principio di funzionamento di quest’ultimo, possono essere ulteriormente distinti in spaccalegna idraulici, meccanici o a vite. I primi sfruttano la forza prodotta da un liquido incomprimibile come l’olio per azionare la spinta necessaria a rompere la legna.

Infine ci sono gli spaccalegna manuali, che per funzionare necessitano della sola forza operata da un individuo, sebbene minore a quella necessaria all’utilizzo di un’ascia.

Sono questi i modelli più economici presenti sul mercato, e sono facilmente trasportabili. Ideali per chi è ancora legato ad una concezione tradizionale del taglio della legna, da operare magari all’aria aperta.

Come funziona lo spaccalegna manuale?

Taglialegna manuale ad asta

Il meccanismo alla base degli spaccalegna manuali coadiuva la forza impressa dall’individuo, riducendo lo sforzo fisico. Il principio di azionamento può essere idraulico o meccanico. Del primo abbiamo già parlato.

Gli spaccalegna manuali meccanici sfruttano invece i principi della meccanica per aumentare l’efficacia della forza impressa sulla lama, agevolando il taglio del legno. Sono generalmente in metallo resistente, così come tutte le arti mecceniche che lo compongono.

Nella scelta di uno spaccalegna manuale bisogna prendere in considerazioni diversi elementi. Innantitutto l’ergonomicità dell’attrezzo e la posizione di taglio. I più comodi sono quelli che permettono di imprimere il taglio dall’alto verso il basso, posizionando quindi la lama sul tocco di legno poggiato a terra o su una base.

In tal modo il soggetto azionante l’attrezzo non dovrà chinarsi, riducenso sforzo e stress fisico.
Generalmente sono strumenti facilmente trasportabili, dotati in alcuni casi delle due ruote: gli spacca legna manuali sono fatti in metallo resistente, ed azionati a spinta, mediante l’ausilio di un pedale, ad esempio.

È quindi importante verificare la manifattura e la qualità dei materiali con cui sono assemblati, non soltanto nel corpo principale, ma anche nelle parti accessorie, come ad esempio molle, impugnature e via dicendo.

Infine la sicurezza: alcuni modelli sono dotati di accorgimenti che permettono l’utilizzo di questi attrezzi in tutta sicurezza. Si pensi ad esempio alla leva sistemata nella parte alta per proteggere le mani, evitando che vengano schiacciate o ferite qualora vi siano pezzi di legno incastrati.

Classifica con prezzo dei migliori spacca legna a mano:

Spacca legna manuale a pedale

Dopo l’excursus iniziale passiamo ora ad analizzare tre modelli di spaccalegna manuale presenti sul mercato, analizzandone materiali, caratteristiche di utilizzo e prezzo.

  • Spaccalegna Manuale Easy Wood

Spaccalegna manuale in metallo con cuneo incluso.

Con la lama che si muove dall’alto verso il basso, quest’attrezzo sfrutta la forza di spinta per ridurre il legno in parti più piccole. Peso di 8 kg, dimensioni 64x19x6.

L’attrezzo è molto pratico e manegevole. Date le dimensioni limitate, così come il peso, è facilmente trasportabile. Per un corretto utilizzo, è consigliabile utilizzare un ceppo di legno grande come base., sul quale poggiare i pezzi di legno da tagliare. Praticando un foro dal diametro di 7-8 centimetri si può inserire all’interno l’asta di scorrimento della lama.

  • Barra Spaccalegna Fiskars

Fiskars Barra spaccalegna, Lunghezza: 98 cm, Acciaio, Nero/Arancione, 1001617
  • Barra spaccalegna per spaccare tronchi in modo efficace e sicuro e per preparare pezzi di legno

Barra spaccalegna in acciaio, dimensioni 98x9x9, peso 6 kg, disponibile nei colori nero, arancio e acciaio.

Un cilindro mobile, posizionato appena al di sotto del manico, permette l’azionamento del cuneo spaccalegna, e con un movimento dall’alto verso il basso permette di tagliare pezzi di legno in parti più piccole. Il manico è telescopico, e permette di regolare l’angolazione del taglio, assicurando un lavoro preciso.

L’impugnatura è anti vibrazioni, e permette la presa ad una o due mani. La struttura della barra in acciaio, unita all’acciaio temperato del cuneo, garantisce un’elevata longevità dell’attrezzo.

La lunghezza di 98 cm permette di eseguire i tagli mantenendo una postura corretta, evitando che la schiena si curvi o si affatichi, ottimizzando il rapporto tra sforzo effettuato e taglio prodotto.

  • Spaccalegna Manuale a Pedale Fervi

SPACCALEGNA MANUALE A PEDALE FERVI S015
  • A pedale per spaccare la legna da camino in piccoli pezzi per accendere il fuoco.

Dimensioni 80x21x17, peso 9 kg

Spaccalegna manuale a pedale per spaccare legna dalle dimensioni contenute, da utilizzare nel camino o per accendere piccoli fuochi. Ideale anche per l’utilizzo in campeggio. La forza di spinta, generata mediante pressione sul pedale, aziona il cuneo per tagliare la legna.

Le dimensioni ridotte ne permettono l’utilizzo sia all’aria aperta che in spazi chiusi o ridotti. Il pedale, azionato dal movimento del piede, permette di eseguire il lavoro mantenendo una posizione eretta, evitando l’affaticamento della schiena.

Conclusioni

La scelta del miglior taglialegna manuale è indissolubilmente legata alla tipologia di legna che abbiamo necessità di tagliare. Le parti troppo grandi necessitano comunque di un certo sforzo fisico, oltre a vari tentativi di spinta. Bisogna infatti ricordare che questi attrezzi sono progettati per un uso prettamente domestico, e non per sagomare interi tronchi di legname.

Comments (No)

Leave a Reply