Generatore di corrente – Modelli professionali ed economici a confronto!

Avete un piccolo stand in una fiera? Volete un sistema d’illuminazione o, semplicemente, qualcosa di portatile in grado di produrvi abbastanza energia elettrica per accendere luci, attaccare delle prese, e fare tutte quelle cose apparentemente basilari quando vi trovate all’interno di un appartamento?

Allora state cercando un generatore di corrente. I generatori elettrici esistono ormai da molti anni e, se pensate di non averne mai visto uno, vi basta immaginare le immancabili bancarelle di zucchero filato che potete trovare in giro per la città nei periodi di bel tempo: se guardate, la maggior parte degli attrezzi che usano per popcorn, zucchero filato o altri macchinari, è collegato proprio a delle prese alimentate da un piccolo cubo solitamente posto a poca distanza.

Guida alla scelta del miglior generatore di corrente:

OffertaBestseller No. 1
Einhell TC-PG 35/E5 Generatore Di Corrente A Benzina, Rosso Nero
  • Il generatore di corrente einhell (benzina) tc-pg 35/e5 genera una potenza continua di 2.600 watt e una potenza massima di 3.100 watt attraverso un motore di azionamento a 4 tempi potente, robusto e...
Bestseller No. 3
3300W Generatore Portatile di Corrente a Benzina Motore 4 Tempi Inverter Generatore di Corrente...
  • ✅ 【Potente generatore di inverter】 Il motore OHV da 145 cc produce 3300 watt iniziali e 3000 watt in esecuzione
Bestseller No. 4
BLUETTI EB55 Powerstation 537Wh/700W - Generatore solare con batteria LiFePo4 con presa da 230 V,...
  • 🔋【GENERATORE ALIMENTATO DAL SOLE】BLUETTI EB55 è un generatore solare portatile alimentato da una batteria LiFePO4 da 537Wh ed è dotato di 2*700W AC (onda sinusoidale pura). EB55 può...
Bestseller No. 5
Bestseller No. 7
Generatore di corrente di emergenza, generatore di corrente a benzina, inverter silenzioso e...
  • Il motore induttivo puro in rame ha una minore resistenza, meno perdite, maggiore velocità di conversione, potenza nucleare OHV, processo maturato e stabile, elevata affidabilità del blocco cilindro...

I generatori di corrente esistono di vari tipi: a benzina, a gasolio, a metano, a GPL o persino alimentati da pannelli solari. Non finisce qui, infatti esistono generatori silenziati e altri non silenziati, un dettaglio che a seconda del luogo in cui dovrete azionare il generatore elettrico potrebbe rivelarsi fondamentale.

La scelta su quale acquistare non va fatta alla leggera, perché va presa in considerazione ad esempio sì l’ottimizzazione dei consumi, come può essere nel caso di un generatore di corrente diesel, ma ad esempio in questo caso se pensate di usarlo a temperature rigide, esattamente come per una macchina a gasolio, ci potrebbe essere qualche problema nella sua accensione.

Altro potenziale esempio è quello di prendere un generatore a pannelli solari, solo per poi ritrovarsi con la necessità di doverlo far ricaricare più a lungo in caso di brutto tempo o semplicemente di zone in cui vi è poca esposizione solare.

In questa guida vogliamo dunque illustrarvi innanzitutto i parametri secondo cui scegliere i migliori generatori elettrici, per poi procedere ad esporvi i modelli a nostro avviso migliori

  • L’alimentazione del generatore elettrico

Benzina, gasolio, GPL, metano, solare, batteria… la scelta dell’alimentazione dei generatori di corrente è una delle più importanti. Il classico generatore di corrente 3 kw che vediamo nei gazebi è il più delle volte o a gasolio, o a benzina.

Questo perché la durata che hanno è leggermente superiore alle altre opzioni (tranne il metano, che tuttavia necessita di essere collegato alla rete gas) e perché, nonostante non siano particolarmente silenziosi, possono essere usati per lunghi periodi.

Se cercate generatori di corrente silenziati, invece, solitamente i modelli GPL, metano, solare e batteria (che vengono chiamati “Gruppi di continuità”) sono i più silenziosi e, a seconda dell’uso che ne vogliate fare, potrebbero essere i più adatti.

Se è un piccolo evento come una festa in barca, o in un campeggio, o qualcosa di qualche ora, potreste ad esempio preferire un generatore a GPL per via della silenziosità e del poco impatto ambientale, se invece l’unico vostro scopo è avere corrente in caso di blackout, potreste orientarvi piuttosto su un generatore a batterie o a metano, così da avere corrente elettrica usando la rete del gas.

  • La potenza del generatore

Generatore Honda Inverter 1000 W insonorizzato portatile rif: EU-10
  • Il generatore Honda Inverter insonorizado di 1.000 W si contraddistingue la potenza e potabilidad.

La potenza del generatore, per gli usi domestici, solitamente varia da 1 a 3kw. Alcuni raggiungono i 5, ma solitamente potenze superiori vengono usate solo in usi industriali, concerti, eventi all’aperto e cose più “professionali”.

È comunque importante farsi un calcolo di quanta potenza è necessaria ai vostri usi, per non incappare nel consumo eccessivo e allo stesso tempo non ritrovarsi con troppa poca potenza.

  • Generatore di corrente silenziati! La miglior scelta

Non è da sottovalutare la rumorosità. Se siete mai stati in una fiera estiva, sarete sicuramente incappati in generatori ESTREMAMENTE rumorosi, tanto da sembrare dei trattori in funzione.

Sebbene come abbiamo già detto GPL e metano siano i due sistemi più silenziosi, c’è anche da dire che molti modelli vengono rivestiti con plastiche o altri materiali per renderli molto meno rumorosi. Se cerchiamo dei modelli silenziati, potremo puntare verso i generatori di corrente Honda!

Il minimo a cui si può aspirare è 50, 60 decibel e, nel caso dobbiate usare il generatore in zone particolari, dovete sempre controllare il rumore non vada oltre le soglie consentite dalle leggi o dalle regole del posto.

  • Generatore di corrente monofase o trifase? Corrente alternata?

Ultimo ma non ultimo parametro “tecnico” della scelta deve riguardare se prendere il generatore di corrente professionale o meno. Il trifase è infatti in grado di erogare fino a 320V, mentre il monofase fino a 230V.

Il trifase è solitamente usato in ambiti industriali o professionali e anche se può essere impostato per erogare 230V, il costo maggiore e l’utilità dubbia per un uso domestico lo rendono una scelta sconsigliata in molti casi.

Corrente continua o alternata. Un dubbio abbastanza tecnico, in quanto se il generatore serve solo per illuminazione, un generatore a corrente continua sarà la scelta senza remore.

Se invece si vuole usare il generatore anche per televisori, computer o altro, si necessita della corrente alternata. Per uso domestico si usa solitamente un motore a due tempi con un “Inverter”, mentre i sistemi più sofisticati (e pesanti, e meno trasportabili) hanno un motore a 4 tempi.

A meno che non stiate pensando di usare il generatore per dare elettricità a una piccola baita fissa, solitamente converrù sempre la versione del generatore più trasportabile e versatile.

Il parametro “extra” per scegliere riguarda anche il rapporto qualità/prezzo. Di seguito elenchiamo alcuni modelli che ci hanno particolarmente convinto per questo parametro e che possono offrire opzioni di scelta varie a chi sta valutando l’acquisto.

Classifica con opinioni e prezzi dei 5 migliori generatori di corrente

Generatore di corrente professionale

  • Briggs and Stratton PowerSmart P2200 – Professionale

Briggs & Stratton 30698 PowerSmart Serie P2200, con Tecnologia a Inverter Portatile a Benzina, di...
  • Il motore ohv da 111 cc di cilindrata, silenzioso e a basso consumo di carburante, produce 2200 watt di avviamento e 1700 watt continui in un design compatto

Il P2200, “fratellino” del P3000, con il motore OHV 111cc riesce ad essere un investimento giusto, sia in termini di durata nel tempo, sia in termini di adattabilità. 1700 watt in funzione riescono a dare corrente a molti apparecchi, infatti, o apparecchi particolarmente “esosi”.

Sicuro per notebook, televisori e altre apparecchiature più “delicate”, le 8 ore di autonomia a serbatoio pieno sono più che sufficienti per molti usi. Rumorosità bassa, 59db, con un quarto di carico. Attenzione sempre a caricare troppo il generatore in quanto anche la rumorosità aumenta.

La portabilità è assicurata da un peso contenuto e una forma piuttosto comoda.
Attenzione a inserire il giusto olio, per evitare di rompere il motore interno.

  •  Briggs Stratton Sprint 1200A

Altro modello della Briggs and Stratton portatile, il 1200A rappresenta un risparmio ingente rispetto il 2200, ma produce un po’ meno energia (con solo 79cc) e non è silenziato.

L’autonomia si aggira intorno ai livelli del P2200 e il costo più contenuto è dato anche e soprattutto dai 900w massimi erogabili. Sempre a benzina, è dotato di un sistema di protezione del motore nel caso il livello dell’olio diventi critico.

  • Matrix PG 2000i (160100032) – Prezzo ottimo

Più “professionale” di quelli appena elencati, il Matrix in questione è un generatore con motore a 4 tempi, benzina.

L’autonomia è leggermente inferiore, solo 6 ore con un serbatoio leggermente più piccolo dei Briggs and Stratton, ma in grado di erogare 1700w a un prezzo contenuto e offrirvi la possibilità di collegare davvero molti dispositivi senza il rischio che venga a mancare l’energia necessaria.

  • Generatore a benzina Hyundai HY 3000

Altro monofase in lista, l’HY 3000 a benzina è in grado di erogare fino a 2500w con una media di 2200, quindi superando di gran lunga i voltaggi elencati finora. Il serbatoio da 15 litri, il doppio di alcuni dei modelli elencati in precedenza, garantisce fino a 22 ore di autonomia a metà carico.

Indicativo per attività durature come stand all’aperto, o campeggi o altre situazioni in cui l’autonomia e la possibilità di poter avere una piccola centralina elettrica portatile sono le priorità dell’acquisto. Non silenziato, attenzione.

  • Generatore di corrente economico Daewoo GDAA980

Il più portatile e, per alcuni versi, meno “performante” dei prodotti detti fin qui. Con solo 720 watt e 4,2 litri di serbatoio, il Daewoo rappresenta la soluzione veramente portatile e comoda per i 220V che eroga. Utilissimo nel caso di attività non troppo prolungate, situazioni in cui la portabilità rappresenta la priorità numero uno e dal costo veramente contenuto.

In sostanza, solo voi potete sapere quale modello è più adatto a voi. Valutando gli usi e le situazioni in cui dovrete portarlo, saprete sicuramente individuare il modello e la versione più adatti. Ricordate sempre, in ogni caso, che un generatore va mantenuto in forma per far valere l’investimento!

Comments (No)

Leave a Reply