Stufa a pellet – Recensione con prezzi dei 5 migliori modelli

Negli ultimi anni si è assistito ad un vera e propria invasione delle stufe a pellet, questo perchè essendo il pellet un combustibile naturale ed ecologico assicura numerosi vantaggi, tra cui il primo è senz’altro economico ma anche a livello di sicurezza, in quanto trattandosi di una fonte di energia pulita non rilascia alcun tipo di sostanza potenzialmente dannosa per la salute.

Difatti il pellet è considerato a tutti gli effetti un biocombustibile poiché si ricava dalla fusione tra trucioli e segatura essiccata. Nonostante i prezzi delle stufe a pellet siano ancora molto elevati la loro diffusione è notevolmente cresciuta negli ultimi tempi, questo perché i vantaggi che se ne traggono a lungo termine valgono l’investimento iniziale.

Proprio perché sul mercato ci sono numerosi modelli di termostufe a pellet, diversi per capacità e funzioni, è necessario capire accuratamente quale modello è più adatto alle proprie esigenza al fine di scegliere la stufa a pellet perfetta per la propria casa.

Vediamo quindi quali sono i fattori principali da prendere in considerazione quando si decide di acquistare una stufa a pellet.

Come scegliere la miglior stufa a pellet – Guida:

  • Potenza:

Quando si pensa di acquistare una stufa a pellet bisogna considerare innanzitutto le dimensioni della stanza in cui si decide di istallare la termostufa.

Infatti ogni stufa a pellet ha una propria POTENZA, solitamente espressa in kW, la quale riflette la quantità di m³ che è in grado di riscaldare efficacemente. Di conseguenza, si può facilmente dedurre che maggiore saranno i m² della casa e maggiore sarà la potenza della stufa a pellet di cui avremo bisogno.

In generale le stufe che si trovano attualmente sul mercato hanno una potenza che va da 2,5 kW a 25 kW, in grado quindi di soddisfare a pieno le esigenze di chiunque.

Ad esempio se consideriamo una stufa dalle medie dimensioni, con una potenza che oscilla tra i 6 kW e gli 8 kW, questa sarà in grado di riscaldare un appartamento di circa 90 m².

  • Dimensioni e peso:

Dopo aver valutato il volume della stanza bisognerà considerare le dimensioni di una stufa a pellet.

Trattandosi a tutti gli effetti di un elettrodomestico la termostufa a pellet deve poter essere collocata in un punto della casa senza causare ingombri, ma soprattutto sarebbe preferibile scegliere un modello che non sia in netto contrasto con l’arredamento della stanza in cui deciderete di posizionare la stufa.

  • Le funzioni della stufa a pellet:

Non bisogna assolutamente trascurare le funzioni di cui una termostufa a pellet è dotata, al fine di adattare nel migliore dei modi la stufa alle proprie esigenze. Infatti le stufe più moderne sono dotate di diversi optional davvero effiaci, in grado di assicurare un uso completo e sicuro del dispositivo, ma vediamone alcuni:

  1. TIMER: la presenza di un timer permette di programmare gli orari di accensione e di spegnimento della stufa in base alle proprie esigenze, in questo modo quando rientrerete a casa la vostra casa sarà già calda.
  2. TERMOSTATO: le stufe a pellet con un termostato integrato assicurano un assoluto controllo sulla temperatura, permettendo di stabile la temperatura desiderata senza dover aggiungere inutilmente altro pellet all’interno della stufa.
  3. TELECOMANDO: quasi tutti i modelli di stufe a pellet sono dotati di telecomando, questo agevolerà senz’altro il funzionamento della termostufa permettendone un controllo anche a distanza
  4. MODALITA’ ECO: scegliere una stufa a pellet con una funzione eco può rivelarsi fondamentale al fine di ottenere un notevole risparmio energetico, permettendo di risparmiare energia elettrica ma senza dover rinunciare ad un’ adeguata emissione di calore.
  5. FUNZIONE SICUREZZA: non si può di certo trascurare il fattore sicurezza in quanto permette di utilizzare la stufa a pellet senza alcun pericolo. Un esempio di queste funzioni è la modalità anti-surriscaldamento, la quale evita che la stufa possa superare una determinata temperatura che ne potrebbe mettere a rischio la sicurezza.

Recensione con prezzi delle 5 migliori stufe a pellet:

Miglior stufa a pellet

Ma quali sono le migliori stufe a pellet attualmente sul mercato? Vediamole insieme attraveso una piccola classifica

  • Qlima Eleonora – Miglior scelta

Modello di stufa a pellet appartenente ad una fascia medio-alta, la stufa a pellet Eleonora è senz’altro una delle stufe più complete sul mercato, con il suo design moderno è perfetta per ogni tipo di arredamento e con una potenza di 8,24 kW è in grado di riscaldare appartamenti fino a 100 m².

Anche per quanto riguarda gli optional si può dire che si tratta di una stufa completa, infatti è dotata di un display LCD in cui è possibile visualizzare la temperatura, un pratico telecomando, e un sistema anti-surriscaldamento in grado di assicurare un notevole grado di sicurezza della stufa.

Per quanto riguarda la capacità del serbatoio di questa stufa a pellet si aggira intono ai 13 Kg garantendo così una notevole autonomia.

  • Eva stampagi Camilla – Volume riscaldato 40-100 mq

Si tratta di una stufa a pellet appartenente ad una fascia di prezzo medio-bassa in acciaio verniciato, dalle dimensioni compatte, infatti pesa solamente 40 Kg, e con un design in grado di adattarsi a qualsiasi tipo di arredamento.

Per quanto riguarda la potenza di questa stufa a pellet si può dire che è in grado di riscaldare un ambiente tra i 40-80 m², quindi adatta per appartamenti non particolarmente grandi.

È dotata di un termostato il quale permette di regolare la temperatura sia giornaLmente ma anche settimanalmente, e un telecomando per un controllo della stufa anche a distanza. Infine per quanto riguarda la capacità del serbatoio questo può contenere fino a 5 Kg di pellet permettendo alla stufa di operare in totale autonomia per circa 7 ore.

  • Punto fuoco 9801660 – Prezzi ottimi

Anche in questo caso abbiamo una stufa di fascia medio-bassa in acciaio verniciato con un peso di circa 50 Kg.

Questo modello di stufa a pellet presenta un volume di riscaldamento compreso tra i 50 e i 120 m³, di conseguenza può essere adatta per monolocali o in aggiunta ad un altro tipo di riscaldamento, come termosifoni o camini.

La stufa a pellet Punto Fuoco 9801660 è dotata di temostato ed un pratico telecomando per un controllo della stufa anche da remoto.

  • Stufa a pellet San Marco Fiorina – 8Kw

Una stufa per ambienti compresi tra i 70 e gli 80 m² quindi con una notevole potenza nonostante si tratti di una stufa a pellet appartenente ad una fascia media.

Presenta un timer il quale consente una programmazione giornaliera e settimanale, un telecomando per il controllo a distanza ed un pratico display LCD per monitorare il funionamento.

La funzione anti-surriscaldamento assicura un utilizzo in piena sicurezza, mentre per quanto riguarda la capacità del serbatoio la stufa a pellet Fiorina 74 presenta un serbatoio che può contenere fino a 13 Kg di pellet permettendo un’autonomia fino a 20 ore.

  • Stufa a pellet da 7Kw King

Ideale per riscaldare ambienti fino a 60 m² la stufa a pellet King 8 grazie al suo design elegante e compatto è adatto a tutti i tipi di ambienti con il suo color sabbia. Si presenta con una potenza di 7 kW ed una capacità di serbatoio pari a 13 Kg la quale permette un’autonomia di circa 20 ore.

Dotata di un telecomando multifunzione ed un display LCD per controllare costantemente la temperatura la stufa a pellet King 8 è stata realizzata con un pratico timer il quale permette di programmare settimanalmente gli orari di accensione e spegnimento.

Comments (No)

Leave a Reply